Il sistema operativo Symbian

La storia di Symbian

Nato sulle ceneri dell’EPOC di Psion per i computer palmari e antesignano dei moderni Android ed Apple iOS, il software Symbian è sstato il primo sistema operativo per smartphone, almeno secondo l’odierna concezione dei telefoni intelligenti per l’utilizzo in mobilità. A creare Symbian, tra la fine del 1997 e gli inizi del 1998, fu la società Symbian Ltd, una joint venture formata dalla stessa Psion insieme ai costruttori top di allora: Motorola, Ericsson e Nokia. Capace di fornire funzionalità e servizi impensabili per i cellulari di quel tempo, basati su architettura ARM e in parte x86, Symbian OS divenne rapidamente un punto di riferimento del mercato: nel 2006, circa 2 smartphone su 3 erano equipaggiati con Symbian.

Il primo smartphone Symbian di tipo Open OS ad essere lanciato sul mercato fu il Nokia 9210 Communicator, disponibile dalla primavera del 2001 con il software Symbian OS 6.0. Il successo del sistema operativo Symbian fu però decretato dalla realizzazione di un’interfaccia utente, anche nota come UI, capace di rendere più intuitivo l’utilizzo dei vari smartphone. In questo senso, il passaggio dalla Nokia Series 80 UI alla Nokia Series 60 UI fu fondamentale: il Nokia 7650 segnò la definitiva affermazione di Symbian e della generazione S60.


Dal dominio di Symbian alla sua scomparsa

C’è stato un tempo in cui Nokia ed Ericsson, con quest’ultima che sarebbe poi diventata Sony Ericsson, dominavano incontrastate il mercato dei cellulari e degli smartphone, anche grazie al sistema operativo Symbian. La vita di Symbian però, finì col dimostrarsi più breve del previsto, attestandosi su circa 10 anni di piena attività, ovvero dal 2001 al 2010. A decretare la fine di Symbian, datata 2012 con Symbian OS 10.1 Series 60, fu però la discesa nel campo della telefonia mobile dei colossi Google ed Apple, rispettivamente con Android e iOS, e la mancata o tardiva reazione di Nokia nel contrastare la loro superiorità. Solo nel 2010, dopo l’acquisizione totale del 2008, Nokia riuscì a trasformare Symbian OS in un sistema operativo prima aperto, poi libero. La contemporanea scelta di Nokia di utilizzare prevalentemente il sistema operativo Microsoft Windows Phone 7, diventato nel frattempo il terzo player del mercato mobile, per i propri smartphone finì però con il limitare oltremisura la diffusione di Symbian, fino alla chiusura del progetto tra il 2013 e il 2014.